Categoria B

Patente Categoria B

Sei pronto al 0% per ottenere la tua licenza nella Categoria B

La categoria B comprende: B, B1, B con codice 96, BE, A, A1, A2.

Patente B

Può conseguire la patente B chi ha compiuto 18 anni e permette di guidare:
  • motoveicoli (tricicli, quadricicli e motocicli, questi ultimi solo fino a 125 cm3 e 11Kw, ma solo in Italia);
  • autoveicoli per trasporto di persone e di cose (anche autocarri e autocaravan) con non più di otto persone oltre al conducente, e aventi massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 tonnellate, anche trainanti un rimorchio leggero (fino 750Kg). Si possono trainare anche rimorchi non leggeri, a condizione che tutto il complesso non superi la massa di 3,5 tonnellate;
  • mezzi adibiti a servizio di emergenza, aventi massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 tonnellate;
  • macchine agricole, anche eccezionali;
  • macchine operatrici non eccezionali che non devono superare la massa di 3,5 tonnellate.

Abilita anche alla guida dei veicoli che si possono condurre con le patenti AM e B1. Consente di guidare, ma solo sul territorio nazionale (Italia), i veicoli che si possono condurre con la patente A1.


Patente B1

Può conseguire la patente B1 chi ha compiuto 16 anni e permette di guidare:
  • quadricicli non leggeri di massa a vuoto non superiore a 400 chilogrammi (550 chilogrammi per veicoli destinati al trasporto merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e con potenza massima non superiore a 15 kW;
  • quadricicli non leggeri con manubrio (Quad).
  • tutti i veicoli che si possono condurre con la patente AM.

E' possibile trasportare un passeggero solo se il conducente ha compiuto 18 anni ed è previsto nella carta di circolazione del veicolo. Se possiedi una patente B1, raggiunta l’età di 18 anni, è possibile conseguire la patente B sostenendo solo l'esame di guida, senza sostenere quello teorico.


Patente B con codice 96

La patente di categoria B con codice armonizzato 96, consente di guidare le autovetture trainanti un rimorchio non leggero (oltre 750 chilogrammi), purché la massa massima autorizzata del complesso non sia superiore a 4.250 chilogrammi.

Può essere conseguita sia contestualmente ma anche successivamente al conseguimento della patente di categoria B, superando in entrambe i casi, una prova di guida su specifico veicolo.


Patente BE

La patente di categoria BE abilita a condurre complessi di veicoli composti da un autoveicolo di massa massima autorizzata fino a 3.500 chilogrammi e da un rimorchio di massa fino a 3.500 chilogrammi, anche se la massa del complesso veicolare è superiore a 4.250 chilogrammi (limitazione nella patente B con codice armonizzato 96).

Abilita quindi anche alla guida dei veicoli che si possono condurre con le patenti di categoria AM, B1, B e B con codice armonizzato 96.


Patente A

La patente per le moto o A3 (più comunemente conosciuta come patente A) è la licenza che permette di guidare tutte le moto senza limitazioni di cilindrata o di potenza e, proprio per questo motivo, è definita anche patente A senza limiti.

La patente A senza limiti (A3) permette di guidare:

  • motocicli di qualsiasi tipo (con o senza carrozzeria);
  • macchine agricole che non superano i limiti di massa e di sagoma dei motoveicoli, con velocità massima di 40 km/h, a condizione che non trasportino altre persone oltre il conducente;
  • tricicli e quadricicli a motore leggeri. Si possono condurre anche i tricicli di potenza superiore a 15 kW, ma solo se il conducente ha almeno 21 anni di età.

La patente di categoria A abilita anche alla guida dei veicoli che si possono condurre con le patenti A 1, A2 e AM. Può conseguire la patente A (con accesso diretto) chi ha compiuto il ventiquattresimo anno di età. Il limite di età può scendere a 20 anni, a patto di essere titolare di patente A2 da almeno 2 anni (accesso graduale). Consente il trasporto di un passeggero se sulla carta di circolazione del veicolo è indicata tale possibilità.


Patente A1

Può conseguire la patente A1 chi ha compiuto 16 anni e permette di guidare:
  • motocicli leggeri, di cilindrata non superiore a 125 cm3 di potenza non superiore a 11 kW e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg;
  • tricicli a motore di potenza non superiore a 15 kW;
  • macchine agricole che non superano i limiti di massa e di sagoma dei motoveicoli, con velocità massima di 40 km/h, a condizione che non trasportino altre persone oltre il conducente.

La patente di categoria A1 abilita anche alla guida dei veicoli che si possono condurre con la patente AM. Consente il trasporto di un passeggero, solo se il conducente è maggiorenne e se sulla carta di circolazione del veicolo è indicata tale possibilità.


Patente A2

Può conseguire la patente A2 chi ha compiuto 18 anni e permette di guidare:
  • motocicli di potenza non superiore a 35 kW con un rapporto potenza/peso massimo di 0,2 kW/kg, questo purché non siano derivati da una versione dello stesso modello che sviluppi oltre il doppio della potenza massima (quindi non oltre i 70 kW);
  • macchine agricole che non superano i limiti di massa e di sagoma dei motoveicoli, con velocità massima di 40 km/h, a condizione che non trasportino altre persone oltre il conducente;
  • tricicli e quadricicli a motore (quadricicli per trasporto merci con massa a vuoto fino a 550 kg e potenza fino a 15 kW) con cilindrata oltre 50 cm3 e velocità oltre 45 km/h.

Per condurre motocicli di qualsiasi potenza è necessario, dopo almeno due anni dal conseguimento della patente A2, effettuare un nuovo esame pratico su un motociclo di almeno 40 kW di potenza. La patente di categoria A2 abilita anche alla guida dei veicoli che si possono condurre con le patenti A1 e AM.

Il titolare di patente di categoria A2 da almeno due anni, può conseguire la patente A che abilita alla guida di tutti i motocicli, anche se ha meno di 24 anni. Consente il trasporto di un passeggero se sulla carta di circolazione del veicolo è indicata tale possibilità.


Per quanto riguarda la patente B, per i primi tre anni dal conseguimento, non è consentito il superamento della velocità di 100 Km/h per le autostrade e di 90 km/h per le strade extraurbane principali.

Inoltre, per il primo anno, non è consentita la guida di autoveicoli con potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kw per tonnellata e, nel caso dei mezzi, come le autovetture, compresi nella categoria M1 (veicoli per trasporto di persone, con al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente), con limite di potenza massima pari a 70 kw.

Non ci sono limitazioni per chi ha conseguito la patente A ad “accesso diretto”, cioè con prova pratica effettuata con moto di potenza maggiore o uguale a 35 Kw.

Invece chi ha conseguito la patente A ad “accesso graduale” (cioè con prova pratica effettuata con moto di potenza inferiore o uguale a 25 Kw, 120 cc di cilindrata e che raggiunga la velocità di almeno 100 Km/h), per i primi due anni non può condurre motocicli di potenza superiore a 25 Kw e con rapporto potenza/peso (riferito alla tara) superiore a 0,16 Kw/Kg.

0 Commenti Lascia un Commento

Aggiungi un commento

© 2020 All rights reserved.

Perché creare un account?

Ti consigliamo di creare un account, è gratuito. Avrai ulteriori benefici che ti aiuteranno molto nell'apprendimento.

Per creare un account con e-mail ↓

Per creare un account con facebook ↓

Accedi con Facebook

Se hai già un account, accedi qui ↓